Viaggi low cost o style and luxury,                 mostre-arte, ecologia, libri, salute: terme..., figli: favole, viaggi con i figli o nipoti...

ed ora anche un romanzo-giallo a puntate vedi "IL MISTERO DELLA STANZA..."    

                      www.donnemammenonnedonne.it

 

                                                                               

Home
rischio cecità
il sole un pericolo?
mangiare per gli occhi
LENTI A CONTATTO
allergie alimentari?
DENTI SANI
meno di 40 anni
sport e salute
obesità
corsa dolce
Donne in palestra

INNANZITUTTO PREVENZIONE

-LA MEDICINA DOVREBBE ESSERE INNANZITUTTO PREVENZIONE

-tra gli effetti positivi dell'attività fisica, non va dimenticato il contrasto al declino delle funzioni cognitive

-le donne, in particolare, che praticano una regolare attività fisica sono più protette dal rischio di demenza senile e dalla perdita della memoria

-il minimo dell'attività fisica richiesta può essere soddisfatto anche da soli 30' di passeggiata, meglio se di buon passo e senza soste.

NON DIMENTICHIAMO MAI CHE SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

-GLI ONCOLOGI CONCORDANO:LE NOSTRE EMOZIONI SONO DETERMINANTI NELL'INSORGERE DELLA MALATTIA DEL CANCRO  E NELLA CURA (ma noi lo sosteniamo anche per molte altre malattie).

-sempre le emozioni sono determinanti anche nella cura del cancro

-Christian Boukaram è un oncologo canadese che ha svolto una ricerca al riguardo, partendo da uno scetticismo assoluto, e terminando, la ricerca, con la scrittura del libro: "IL POTERE ANTICANCRO DELLE EMOZIONI", Urra.

-Christian Boukaram sostiene che: "...pensieri, emozioni, personalità e stile di vita sono importanti nella comparsa e nella gravità della malattia...il nostro sistema immunitario funziona benissimo quando siamo in buon equilibrio con le nostre emozioni...stress prolungato, lutti, depressioni lasciano aperte le porte alle malattie".

-ad animali ammalati di tumore è stata iniettata una dose alta di adrenalina (fattore dello stress), con il risultato di moltiplicare sino a 30 volte l'aggressività del tumore

-anche la dott.ssa Giovanna Gatti senologa dell'Istituto Oncologico Europeo, sostiene di avere notato come precedentemente alla comparsa del cancro alla mammella le pazienti raccontino di lutti, traumi o comunque grandi dispiaceri.

-Aron Goldhirsch, oncologo dello IEO, concorda con sul fatto della ripetuta coincidenza tra malattia e trauma; anche se preferisce evidenziare che l'origine del tumore stia nelle alterazioni del DNA non riparate e che traumi e depressione siano malesseri molto diffusi.

SIAMO CIO' CHE VIVIAMO

-Secondo Sr.David Charles Baulcombe, pioniere dell'epigenetica, lo stress, l'alimentazione, le condizioni ambientali, possono cambiare la sequenza del DNA.

-I nostri figli possono ereditare da noi anche il nostro vissuto: stress, malattie e stili di vita possono lasciare un segno indelebile di generaione in generazione

-Il nostro patrimonio genetico non è statico

-La Fondazione Internazionale Premio Balzan sostiene questa teoria assegnado il premio per il 2012 a Sr.David Charles Baulcombe, capo Dip. di Scienze Botaniche Univ di Cambridge professore alla Royal Society britannica, ecc..

-L'epigenetica studia come l'ambiente influenzi il DNA

-Il DNA resta il cardine di quello che siamo, ma  esistono molecole che si legano al DNA durante la ns. vita e che vengono copiate, insieme al DNA

-Gli studi hanno dimostrato che  gli effetti della carestia sono stati trasmessi alle generazioni successive, attraverso una linea maschile con un cambiamento di statura

-Relativamente allo stress si è osservato che una pianta attaccata da un virus produce piccole molecole di RNA che ossono influenzare l'aspetto della pianta e questo cambiamento può essere riscontrato anche nei figli e nei figli dei figli

-Si sta studiando come gli effetti epigenetici possano essere coinvolti nello sviluppo del tumore o di altre malattie

 

"QUELLO CHE MI SORPRENDE DEGLI UOMINI E' CHE PERDONO LA SALUTE PER FARE I SOLDI E POI PERDONO I SOLDI PER RECUPERARE LA SALUTE!!!!"

I RISULTATI DI UN SONDAGGIO, ON LINE, PROMOSSO DALL'ASSOCIAZIONE "PERIPATO"

-L'86,6% degli intervistati ha dichiarato di utilizzare internet come "fonte di informazione continua sulla salute"; ben lontano dal 7,7% che consulta ancora enciclopedie mediche e dal 5,7 % che segue radio e TV, sempre per informazioni sulla salute.

-Il 62% denuncia il bisogno di avere un dialogo con il medico curante per avere la necessaria completezza di informazione e rassicurazione anche contro le ansie e le preoccupazioni suscitate, soprattutto, da un eccesso di notizie delle quali non si riesce a comprendere l'attendibilità.

-In breve: "La tecnica e la ricerca aiutano, ma la relazione e la capacità di gestirla, contano più di tutto".

-Per avere informazioni sui temi della Salute, ben il 43,8%, quasi la metà, degli italiani si affida a internet prima di consultare il medico.

-Oggi i medici devono rispondere e confrontarsi con pazienti e familiari i quali, informati e consapevoli, esigono risposte circostanziate alle loro domande mirate.

-Dal sondaggio: "SALUTE E INFORMAZIONE. TU COME LA PENSI?" emerge la consapevolezza del diritto all'informazione ed una diffusa richiesta di accurate e comprensibili precisazioni.

-Sulle basi di cui sopra è nata l'associazione PERIPATO.

-PERIPATO è una nuova realtà associativa nell'ambito di una corretta informazione in tema di benessere.

Le "missioni" di PERIPATO sono:

-riavvicinare la cultura umanistica alla scienza medica moderna.

-stimolare il pubblico verso il sapere biomedico e sociosanitario.

Il progetto di Humanitas Gavazzeni "ComunicAnimare la salute", ben si confà a quanto sopra. Questo progetto è così riassumibile:

-4 cartoni animati, firmati dal celebre disegnatore Bruno Bozzetto, spiegano prevenzione e tutela della salute.

-Il bando del concorso per studenti e docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado si trova su: www.humanitasgavazzeni.it . Questa iniziativa  è un concorso per spronare gli studenti a  comunicare con creatività, ai propri coetanei, stili di vita e comportamenti sani.

L'ASSOCIAZIONE PERIPATO CERCA DI EVIDENZIARE ALCUNI COMPORTAMENTI, TRAMITE SEMPLICI SPOT,  PER MIGLIORARE LA QUALITA' DELLA VITA DI TUTTI, GIOVANI IN PARTICOLARE!

MANGIARE SANO:

-i ragazzi sono molto attenti al loro LOOK, ma non considerano quasi mai gli effetti negativi, sulla salute, del cibo spazzatura, dell'abuso di alcool, droghe e gioco...!!

-Gli spot di PERIPATO mettono ben in evidenza questi problemi cercando di attirare l'attenzione dei giovani su youtube con appositi filmati: www.youtube.com/humanita-gavazzeni ;  sito www.humanitasgavazzeni.it

ANSIA & STRESS:

-La nostra attuale cultura favorisce  un desiderio spasmodico di primeggiare che comporta il sentirsi spesso inadeguati e stressati

-E' alienante stare seduti per ore  o, peggio, intere giornate intenti a guadare lo schermo del pc, del televisore  o parlare per ore al telefonino!

-----------------

Hanno partecipato alla campagna di PERIPATO:

-Bruno Bozzetto, disegnatore-regista: "Non si cambia il mondo  con un cartoon, ma possiamo aiutare le persone, sorridendo, a riflettere"...

-Giulio Giornello, laureato in filosofia e matematica, professore universitario di Meccanica Razionale e Filosofia della Scienza; presidente, dirigente e collaboratore con prestigiosi centri culturali...

-Alberto Mantovani, laureato in Medicina e Chirurgia, con specializzazione in Oncologia; ha lavorato in Inghilterra e negli USA. Ha ricevuto prestigiosi premi internazionali per l'attività di ricerca...

-John Peter Sloan Cantante da giovanissimo, cabarettista, scrive spettacoli e fa parte del cast di Zelig...autore di "Instant English"

-Sergio Harari: laureato in Medicina e Chirurgia, specializzato in malattie dell'apparato respiratorio, Anestesia, Rianimazione, Chemioterapia con trascorsi formativi in Francia e America. Tra i primi ad occuparsi di trapianti polmonari...attività didattica, clinica, divulgazione e pubblicazione scientifica.