Viaggi low cost o style and luxury,                 mostre-arte, ecologia, libri, salute: terme..., figli: favole, viaggi con i figli o nipoti...

ed ora anche un romanzo-giallo a puntate vedi "IL MISTERO DELLA STANZA..."    

                      www.donnemammenonnedonne.it

                                                                               

Home
i grasssi
le fibre
integratori alimentari?
salute a tavola
grassi "buoni"
anoressia
vino e colesterolo
yogurt
disturbi alimentari
contro l'influenza mangiando

più sotto vedi "Tossicità alimentari": alimenti pericolosi?  

-Un mega-studio scientifico del Brigham and Women's Hospital di Bostono e dell'Università di Harvard, calcolato su 650.000 persone,  ha dimostrato, ma già lo  sapevamo, che:

-il vero elisir di lunga vita  non è la palestra, ma la camminata di un'ora a passo svelto; sino a che gli acciacchi lo permettano

-4 anni di vita in più sono assicurati a chi cammina almeno 1 ora al giorno

-uno sportivo magro ha un'aspettativa di vita di 7,2 anni in più rispetto ad un ozioso obeso !!!

-l'esercizio fisico è anche legato strettamente alla salute cerebrale: camminare, pedalare, nuotare o andare in palestra regolarmente, mantengono il cervello ben irrorato di sangue prevenendo la degenerazione delle cellule  e allontanando la demenza senile del 40% (American Heart Assosation)

 

L'ARANCIO PER DIMAGRIRE ( chiedere al medico se è compatibile con eventuali altre cure)

L'arancio amaro è ricco di sinefrina, una sostanza che innesca reazioni che hanno l'effetto di rendere il grasso più disponibile per essere "bruciato", inoltre aumenta il metabolismo (come quando mangiamo molte proteine, vedi dieta più sotto)

E' indispensabile rispettare i tempi di assunzione, per evitare che il corpo metta in atto dei sistemi difensivi. Non superare mai i 30/60 giorni di assunzione continuativa e lasciando almeno 30 gg. tra una cura e l'altra.

Farsi consigliare dal farmacista, comunque non si devono mai superare i 30 mg. di sinefrina al giorno.

Qui sotto parliamo delle 3 diete più utilizzate nel mondo, potete scegliere quella che  meglio si adatta alle vostre esigenze.

-"La dieta McKeith", resa famosa dalla cantante Madonna, è stata inventata dalla dott.ssa Gillian McKeih:

-tenere un diario dettagliato di quello che si mangia e come ci si sente per 7 giorni

-quindi eliminare completamente: salumi, zucchero, pizza, patatine, cioccolato, pasta e riso, carne, formaggio, alcoolici.

-la vera dieta dura 28 giorni: molto pesce, legumi e verdure, sempre piccoli spuntini a metà mattina e pomeriggio.

-sempre 1 bicchiere d'acqua prima di ogni pasto, iniziare sempre con una zuppa.

-breve periodo DETOX con acqua calda, carciofi, macedonia e semi di lino

-tutto è scritto dettagliatamente nel libro: "La dieta McKeith"

-La dieta  "Paleo Total Body" è stata ideata dal dott. Mark Sisson bilogo esperto in fitness.

-abbondanza di carni, pesce, pollame, uova, burro (non esagerate!), pancetta, insalate, prodotti a base di cocco e tanto movimento rapido

-vietati: pasta, pane, riso, legumi e tutti i dolci  compreso lo zucchero nel caffé

-obbligatorio camminare per 1 ora ogni giorno e alzare pesi in salotto per bruciare i grassi, vietato stare fermi davanti alla TV

-21 giorni per perdere max 1 Kg e mezzo

-tutta la dieta sul libro "Paleo Total Body" di Mark Sisson, ed.Sonzogno.

La DIETA DUKAN è stata provata da 24 milioni di persone, ottima per chi soffre di fame compulsiva

- fortemente contestata dagli specialisti che sostengono la dieta mediterranea, a costoro Dukan ribatte: "Chi ingrassa chiede un vero piacere all'alimento...chi è obeso spesso non conosce la via di mezzo, sta a dieta o si abbuffa... la dieta mediterranea va bene per non ingrassare, ma non per far dimagrire chi è abituato a mangiare grandi quantitativi di cibo" da L'Espresso 22.3.12

-il dott. Dukan è uno dei più noti medici nutrizionisti a livello mondiale ed ha un'esperienza di oltre 30 anni

-questa è una dieta semplice, applicabile a chiunque, necessita solo di un poco buon senso e buona volontà

-garantita la perdita di peso sino a 1 kg. per settimana

-l'obesità riduce l'aspettativa di vita di circa 9 anni!

-si perdono sino a 3 chili in 2 mesi

-mangiare molto: crusca di avena (nel latte magro, nello yogurt...), pesci, tacchino, pollo,bresavola, salmone, uova

-vietati: olio, formaggi, dolci, pasta e pane

DIETA DUKAN, bere sempre molta acqua, gasata aumenta il senso di sazietà, non occupatevi dei momentanei gonfiori

prima fase: definita di attacco: si può mangiare senza limiti e in qualunque momento della giornata, banditi i carboidrati  (pasta, riso, pane...)

-durata da 3 a 7 giorni secondo il grado di obesità da risolvere

-alimenti altamente proteici: pesce, crostacei, frutti di mare, latticini magri, tofu, carni di ogni tipo meglio se poco grasse, uova...

seconda fase: 3/5 giorni: si può mangiare senza limiti e in qualunque momento della giornata, banditi i carboidrati  (pasta, riso, pane...)

-come sopra, ma anche verdure, evitando che siano troppo condite; escluse le patate

terza fase: sino al raggiungimento di una soddisfacente perdita di peso in proporzione al peso di partenza (mai più di 10 kg in 3 mesi)

-alternare periodi eguali (3/4 giorni) di prima e seconda fase fino al raggiungimento del peso stabilito (o almeno alla perdita di 10 kg, in caso di obesità)

fase di consolidamento:

-deve durare 10 giorni per ogni chilo di peso perso

-reintroduzione, lenta e ragionevolmente misurata, di di altri cibi

fase 4, dovrebbe durare per sempre: reitroduzione di tutti i cibi possibile, ma con misura

-ogni giovedì solo i cibi della 1a fase

-camminare almeno 20' ogni giorno e mangiare 3 cucchiai di crusca di avena al giorno

-ricordarsi che stando in acqua si perdono molte più calorie che andando in palestra

-se non si rispettano le regole si riprende peso velocemente

-Ulteriori precisazioni su: "La dieta Dukan illustrata" Sperling&Kupfer 19,90€

MAGRE E SANE MANGIANDO E CAMMINANDO:

-secondo un recente studio dell'University College di Londra sembra che le diete iperproteiche (pesce, latte e latticini magri,uova, carne, meglio bianca perché meno grassa) facciano dimagrire più facilmente delle altre.

-Le proteine stimolano l'ormone PYY che spezza l'appetito e crea uno stato di sazietà. Da tempo autorevoli studi hanno dimostrato che una dieta ricca di proteine aiuta ad accelerare il metabolismo e quindi a bruciare calorie.

-Il prof L. Benzi, presidente del corso di laurea in Dietistica di Pisa, sostiene che:"le diete modestamente arricchite di proteine facilitano la sensazione di pienezza".

-Questo tipo di dieta è bene che preveda anche grandi quantitativi di verdura e frutta per sopperire ad eventuali squilibri viataminico-minerali. Aggiungiamo il controllo dei dati del colesterolo che devono rimanere nella norma, mentre un minimo di movimento quotidiano, passeggiata di almeno 30' ed una nuotata alla settimana o altro sport, aiuteranno a bruciare eventuali grassi in eccedenza.  www.specialk.it

TOSSICITA' ALIMENTARI

La dott.ssa Patrizia Gentilini oncologa ed ematologa dell'Associazione Medici per l'Ambiente sostiene: "...siamo esposti a cocktalil di pesticidi e altri veleni che nell'ambiente, ad esempio nelle acque, possono reagire tra loro o con altre sostanze chimiche e dare luogo a composti ancora più dannosi" ( L'Espresso 26.4.12)

Quindi non conta il fatto che sulla frutta non ci siano pesticidi ad una concentrazione pericolosa, ma conta la somma di tutto quanto entra nell'organismo nel suo insieme e che non è mai preso in considerazione nelle analisi di controllo per la salute.

Per esempio il funghicida Boscalid, che viene utilizzato sulla della frutta-verdura e non esistono studi sulla sua tossicità.

Captano: finghicida conciante causa riniti, irritazione della pelle e occhi, mieloma multilpo.

Clorpirifos, insetticida: aumenta il rischio di cancro, danni neurocomportamentali.

Fenaximide, funghicida: riduce le capacità riproduttive maschili

Triadimenol, finghcida: mutazioni genetiche su cavie animali

Fosmet, insetticida: danni neurocomportamentali, riduzione capacità riproduttiva, irritazione agli occhi

E molti altri...!!!

-conclusione laviamo sempre frutta e verdura con acqua e bicarbonato e poi sbucciamo tutto

TROPPA CHIMICA NEI NOSTRI PIATTI !!!!!!

-la bella mela lucida, perfetta, si ottiene quasi sempre con trattamenti di fitofarmaci sparsi su piante e terreni, che finiscono, prima o poi, anche all'interno del frutto; anche se severamente regolamentati, non si calcola mai l'accumulo nel terreno negli anni...

-ufficialmente siamo rassicurati dai dati che riportano solo concentrazioni ben al di sotto del minimo consentito, ma sarà vero? E chi calcola le interazioni tra i vari prodotti chimici?

-dopo la raccolta altri prodotti vengo aggiunti per preservare il più a lungo possibile il bell'aspetto della frutta: funghicidi...cera, gommalacca (non pericolose in sé, ma combinate con altri elementi? Nessuno lo ha mai studiato)per lucidare

-Funghi, cere, erbicidi e vermifughi sono normalmente usati dall'industria Agroalimentare, loro dicono in dosi non pericolose

-rimane il fatto che un sano ammollo in acqua e bicarbonato può aiutarci a sentirci più sicuri

LO SMOG INVECCHIA E UCCIDE COME COMBATTERLO IN CUCINA: lo smog (scarichi delle auto, impianti industriali...) fa "ossidare" le nostre cellule (= invecchaire), rovina le vie respiratorie...

SI PARTE DAL PESCE E DALLA FRUTTA...Le mutazioni genetiche, che un tempo erano "riservate" all'invecchiamento, oggi le ritroviamo anche nei più giovani! Quando la lunghezza dei Telomeri (con processi biochimici dovuti all'inquinamento)si accorcia aumenta il rischio di ammalarsi di patologie cardiovascolari e tumori

LA DIETA:

-beta-carotene in carote, zucca, patate, pomodori,spinaci, carciofi, barbabietole rosse, broccoli

-Vitamina C: agrumi, broccoli, cavolfiori, prezzemolo, peperoni

-Viatmina E: germe di grano, mandorle, nocciole, patate, semi di girasole, olio oliva, olio di semi

-pesce, vino rosso, cereali integrali, legumi

 

MANGIAMO BENE PER LA NOSTRA SALUTE:

-Alcune sostanze contenute nella buccia degli agrumi, responsabili dell'aroma, hanno un'azione antitumorale.

La dott.ssa A.Albini dell'Irccs Multimedia di Castellanza sostiene: "La ricerca ha dimostrato che l'Acido OLEANICO (nella buccia degli agrumi) si è dimostrata molto attiva (in vitro)in diversi tipi di cellule tumorali. Anche gli americani collaborano a questi studi.

-100 calorie = 1 bicchiere di vino; 220-230 cal. un aperitivo alcoolico; 220-230 cal. 2 grandi fette di mortadella o 5 grandi fette di prosciutto cotto

-250-300 cal. 1 brioche alla crema; 150 cal. 5 cucchiai colmi di cereali o 3/4 biscotti; 1 cucchiaio di olio = 90 calorie, 500 cal. pasta e zucchine e gamberetti o insalatona con sott'olio tonno e verdure

-bruciamo più grassi con l'antagonista dell'insulina, il glucagone è un ormone che rende possibile l'utilizzo del grasso come fonte di energia, il glucagone viene prodotto dal pancreas sotto lo stimolo di alcune proteine ingerite ai pasti, aumentando il consumo di proteine magre (pollo, tacchino, coniglio, pesce, uova, formaggi magri...) aiutiamo il corpo a dimagrire

-l'ormone della sazietà si chiama CCK (colecistochina) è prodotto dallo stomaco quando ingeriamo cibi grassi, poco prima dei pasti possiamo ingerire:

così diminuiremo la sensazione della fame

-un cubetto di parmigiano

-3-4 pezzi di cubetti di carne di pollo o altra magra,

-3 fette di prosciutto,

-del salmone in scatola o affumicato

-la parte bianca dell'uovo sodo,

UN PROGRAMMA PER RAGGIUNGERE L'EQUILIBRIO INTESTINALE ED IL BENESSERE GENERALE, SALUTE E LINEA COMPRESE

-Questo programma ha un periodo di prova che dura tre settimane ed è stato proposto con la collaborazione dell'esperienza dell'Istituto Auxologico Italiano (prof e dott: Balzola, Cattani, Petroni) e G.Buzzi, psichiatra, docente di comunicazione delle arti sanitarie dell'Univ. di Pavia

-CURARE L'INTESTINO SIGNIFICA CURARE TUTTO IL CORPO: già gli antichi avevano compreso che un intestino perfettamente funzionante era alla base della salute. Di fatto l'invecchiamento e la malattia pare siano causati soprattutto dall'accumulo delle TOSSINE, ovvero i prodotti di scarto delle combustioni che avvengono nel nostro corpo.

Infatti, per guarire da molte malattie,  erano molto utilizzati il digiuno , la depurazione intestinale nei più svariati metodi (tisane depurative, cibi semplici...), ed anche vari metodi di pulizia diretta dell'intestino.

-Oggi la scienza moderna ha dimostrato che queste pratiche avevano un fondamento assolutamente serio. Pertanto ha messo a punto un "metodo" assolutamente non invasivo, ma sicuramente efficace e di facile realizzazione.

Si richiede solo un poco di buona volontà, costanza e si assicurano risultati sorprendenti e garantiti nel tempo, senza spese eccessive, né sacrifici disumani. E' indispensabile la costanza, ma sono permessi gli strappi alle regole, purché sempre limitati nel tempo, e vietati nelle prime tre settimane di prova.

RISOLVERE IL PROBLEMA STIPSI:

tutti i tipi di fibre aumentano il volume delle feci e sono in grado di ridurre in modo rilevante la maggior parte dei casi di stipsi in breve tempo.

RIDURRE IL GIROVITA E CONTROLLARE MEGLIO IL PESO CORPOREO:

-Le fibre hanno la capacità di ridurre la glicemia, cioè il livello di zuccheri nel sangue. Viene così limitato l'effetto tipico dei cibi ad alto indice glicemico (zuccheri), i quali provocano un brusco innalzamento della glicemia nel sangue e, per assurdo, inducono a consumare ancora più zuccheri nello stesso pasto. Inoltre le fibre aiutano l'eliminazione dei grassi con le feci aumentando il senso di sazietà.

-ovvero: tutte le mattine 2 cucchiai di crusca d'avena con un poco di latte o altra bibita gradita, per:

ELIMINARE GONFIORI ADDOMINALI E METEORISMO:

-Il miglioramento della motilità intestinale, dovuta ad una sufficiente assunzione di fibre, si riverbera su tutto l'apparato digerente e quindi è in grado di risolvere i problemi sopra nominati compresa la digestione lenta.

-La flora batterica intestinale viene adeguatamente nutrita e mantenuta in equilibrio, effettuando così una costante "pulizia interna generale" e quindi evitando anche la formazione-assorbimento da parte del sangue di TOSSINE.

-Inoltre l'intestino produce ormoni che agiscono a livello del sistema nervoso centrale controllando: fame, sazietà, gonfiore addominale e senso di pesantezza dopo i pasti.

ENEGIA PER AFFRONTARE LA GIORNATA:

-le fibre contenute nella crusca, nei cereali integrali, nelle verdure e nella frutta, aiutano a fare "un pieno di benzina" a lunga durata, cioè non si avrà fame fino al pasto successivo.

RIDURRE IL COLESTEROLO PROTEGGENDO CUORE E CERVELLO:

-le fibre aiutano la riduzione del colesterolo e quindi prevengono le malattie cardiovascolari, causa di infarto e ictus. Inoltre alcuni studi dimostrano che le fibre catturerebbero il colesterolo presente nel sangue riducendone l'assorbimento.

RIDURRE I SINTOMI DA REFLUSSO GASTROESOFAGEO:

-acidità, dolore acuto alla bocca dello stomaco, difficoltà digestive sono tra le malattie gastrointestinali più diffuse.

-L'unico fattore protettivo è l'assunzione di fibre che, normalizzando le funzioni intestinali, indurrebbe anche la regolamentazione della motilità dell'esofago.

RINFORZARE IL SISTEMA IMMUNITARIO:

-le cellule delle mucose gastrointestinali, quando ben funzionanti, secernono anticorpi che proteggono l'organismo dai microrganismi patogeni. Inoltre sono importanti per la produzione di interleuchine, sostanze chimiche che sono i pilastri del sistema immunitario.

PREVENIRE IL DIABETE:

-il diabete più diffuso, tipo II, è strettamente legato anche agli errori alimentari.

-Gli studi confermano che chi consuma molta frutta e verdure, quindi fibre, riesce a controllare meglio la glicemia, poiché quest'ultima è alla base di tutti i problemi legati al diabete di tipo II.

PREVENIRE TUMORI E MALATTIE DELL'INTESTINO:

-fibre e crusca, in particolare, migliorano il transito intestinale e la "pulizia dell'organo" (intestino) inducendo un'azione protettiva da parte di complessi effetti chimici a cascata.

-E' ben dimostrato che una povertà di fibre è causa di diverticolosi del colon, cioè la formazione di sacche nell'intestino provocano dolorose infezioni e devono essere curate con antibiotici o interventi chirurgici.

RIDURRE STATI DI ANSIA E DEPRESSIVI:

-i malti cronici di stipsi registrano un alto tasso di individui depressi.

-Questa è la prova che chi soffre di problemi intestinali ha una qualità della vita peggiore rispetto a chi non ha questi problemi.

ATTENZIONE ALL'ACQUA:

-una persona che pesa 60kg.  dovrebbe bere almeno un litro e mezzo di acqua al dì, tenendo conto che il 50% del fabbisogno idrico lo dovremmo assumere attraverso i cibi ( soprattutto frutta e verdura)

PRIMA SETTIMANA:

-lunedì: colazione a base di fibre, aggiungendo al latte o yogurt 2 cucchiai di cereali.

-martedì:colazione e pasto a piacere, senza esagerare, la sera dopo il primo la dieta suggerisce un buon quantitativo di fibre: verdure cotte e crude, fritta cotta o cruda

-mercoledì: a piacere, ma alla sera abbondare con le fibre, magari usando pasta o riso integrale (massimo 100 gr, se siete un uomo di almeno 65 kg, 60/70 gr se siete una donna)oltre a verdure e frutta in abbondanza

-giovedì: si comincia  a stabilizzare il quantitativo di fibre giornaliero, colazione con un cucchiaio di cereali con latte o yogurt che sarà una costante del programma; a pranzo o cena anche un'abbondante insalata fantasia

-venerdì: oltre la solita colazione, aggiungete sempre delle fibre ai pasti quotidiani (pasta o riso integrale, verdure e frutta in abbondanza, magari aggiungendo della crusca al condimento per aumentare il quantitativo di fibre

-sabato: come sopra, ma aggiungete almeno un cucchiaio di crusca al dolce fatto con due mezze pesche ripiene di amaretti sbriciolati nel latte e cotte al forno, i pasti a piacere con verdure e frutta sempre presenti

-domenica: come sopra, ma potete permettervi una pizza all'otolana con verdure

dovreste ora già notare un maggiore rendimento psicofisico, soprattutto al mattino, addome meno gonfio, miglioramento di eventuali problemi di stipsi

SECONDA SETTIMANA:

-come la prima aggiungendo quotidianamente un piatto in più di fibre:

-es. una porzione di verdure nell'arco della giornata

-oppure uno spuntino con bastoncini con fibre e cioccolato o mela o naturali con soli cereali, se andate al ristorante pianificate le fibre previste negli altri pasti o aggiungete al gelato di fine cena, e non tutti i giorni, i cereali, facili da trasportare.

COSA CAMBIA:

dovreste provare un maggior senso di leggerezza ed efficienza, acidità, reflusso esofageo e meteorismo dovrebbero migliorare significativamente, aumento del buonumore

TERZA SETTIMANA:

siete liberi di fare sperimentazioni culinarie nuove, pane alle fibre (integrale), imparate a pensare al consumo delle fibra quando fate la spesa o siete al ristorante

COSA CAMBIA:

-la stipsi episodica dovrebbe essere un ricordo, i gonfiori spariti con un buon calo di peso (2-3 kg) dipende da quanto avete mangiato, assenza di problemi digestivi, benessere generalizzato, ora dovreste fare sempre la prima colazione con l'aggiunta di fibre per sempre.

ATTIVITA' FISICA:

-per raggiungere il benessere di cui sopra dovete intraprendere anche nuove abitudini comportamentali.

-PRIMA SETTIMANA: ogni giorno segnatevi quanto tempo camminate e fate la somma dei minuti alla sera.

-SECONDA SETTIMANA: gli studi hanno dimostrato che per avere efficacia la camminata deve essere sostenuta, ma non deve essere una corsa, solo un passo svelto, senza mai farsi venire il fiatone. Siete sotto i 30' al giorno? Allungate il vostro percorso mattutino e serale di un isolato sino a raggiungere i fatidici 30'.

per gli uomini:

un giorno sì e uno no, all'ora che preferite eseguite tre serie di rinforzo dei muscoli addominali: braccia incrociate sotto il capo, gambe piegate sollevate il capo, non piegato in avanti, per quello che potete 10 volte per serie.

Quindi eseguite un irrobustimento dei pettorali: faccia a terra, mani allargate all'altezza delle spalle, gambe piegate in modo che l'appoggio a terra sia costituito dalle ginocchia quindi sollevatevi sulle braccia, 10 flessioni per 3 volte.

In totale avete lavorato 11 minuti.

per le donne: come sopra, ma le serie sono 2 per addominali e pettorali e dovete aggiungere 2 serie di esercizi con 10 ripetizioni, per serie, per le gambe: in piedi gambe divaricate leggermente, piegare le ginocchia sino a formare un angolo di 90° con le gambe piegate, mantenendo la colonna vertebrale dritta, il corpo assume la forma di una sedia, ritornare in posizione eretta distendendo le gambe.

-Vi sembreranno esercizi troppo facili, in realtà è dimostrato che conta la costanza e tale attività è sufficiente per risolvere, abbinata all'uso corretto delle fibre, i vari problemi di cui sopra.

MENTAL TRAINING: è l'ultimo step, ricordiamoci che è nell'intestino che si produce il 95% della serotonina che produce la sensazione di benessere.

-inspiro contando mentalmente sino a 4, rimango in apnea contando sino a 2, espiro contando sino a 5, ripetere per 3 cicli;

-appoggiare le mani sull'addome in posizione seduta, inspirare profondamente e contemporaneamente osservare come l'addome si muove, avete espanso i polmoni se la mano appoggiatavi si solleva, ora trattenete il respiro 3/4 secondi ed espirate profondamente osservando se  la mano che si abbassa con l'addome senza respirare per 2 secondi e riprendete per 3 volte.

Questo studio è stato realizzato utilizzando "All Bran" in bastoncini o fiocchi della Kellogg's, ma al di là di tutto, è un programma serio e validissimo; provate! E ne sarete entusiasti.

BURRO, UOVA, FORMAGGI E PESCI GRASSI SONO STATI INGIUSTAMENTE DEMONIZZATI? GRASSI BUONI E CATTIVI, DOVE SI TROVANO E COME RICONOSCERLI?

-I grassi sono indispensabili per alcuni processi vitali. Infatti il nostro organismo ha bisogno di acidi grassi polinsaturi per produrre le membrane delle cellule e determinati ormoni.

-In questo contesto sono particolarmente importanti i cosiddetti acidi grassi OMEGA-3; sostanze contenute in quantità elevata nell’olio di pesce che riducono l’ipercolesterolemia, combattono: determinate aritmie e diminuiscono i fattori infiammatori causati dalla poliartrite cronica o dal fumo.

-Ad esempio gli eschimesi, che soffrono raramente di infarti, si cibano abbondantemente di carne e pesci grassi; idem per i nostrani alto-atesini e per gli abitanti del Perigord francese dove non manca mai il vino rosso!

-Ciò è, in parte, anche spiegabile nell’ottimo rapporto tra acidi grassi Omega-3 e Omega-6; inoltre le basse temperature aiutano a bruciare i grassi. Se ne deduce che non dipende solo da cosa mangiamo, ma contano anche gli stili di vita.

-Comunque il nostro organismo ha bisogno di una piccola dose di colesterolo giornaliera che, se non viene ingerita come tale, viene “fabbricata” dall’organismo. L’argomento richiederebbe molto più spazio, ma dobbiamo limitarci ad un suggerimento pratico: leggete sempre le materie prime sulle confezioni.

-Gelati, dolciumi e piatti pronti, anche se “artigianali”, possono contenere molti grassi di: colza, palma, cocco, margarine che aumentano il colesterolo come i grassi saturi.

-Attenzione, l’uovo, ad esempio, ci da un poco di colesterolo, ma anche buoni quantitativi di vitamina A e proteine, non contenute nei grassi industriali. Basta limitarne l’uso in modo ragionevole, ma soprattutto limitare l’uso di cibi pronti che contengono un eccesso di grassi non raccomandabili.

-Anche la pizza, non fatta in casa, spesso è fonte di eccesso di grassi della peggior specie!

HAMBRUGER E FRITTO E' SOLO LA QUANTITA'  CHE FA MALE!

 

-Il prof. F.Stare, fondatore del Dipartimento di Nutrizione della Haward University, sostiene che tutti i cibi possono essere considerati salutari se consumati nel contesto di una dieta equilibrata.

-Allo stesso tempo qualunque cibo fa male alla salute e alla dieta se consumato in eccesso. "è la dose che fa il veleno". Questo vale anche per le patatine fritte e per gli hamburger, cioccolato, merendine ecc...

-Il problema è nel fatto che sono cibi che invogliano ad esagerare perché particolarmente graditi ai palati che vi si abituano.

-Dobbiamo abbondare solo con verdure, poco condite e frutta: è già parte di una dieta equilibrata che almeno riempie lo stomaco con pochi grassi. Anche i gelati sono un pericolo: contengono tanti zuccheri e grassi e sciogliendosi, non danno il senso della sazietà: pericolo!